mercoledì 12 marzo 2014

Ciccio, ma 'ndo vai?




Questo è un doveroso omaggio al nostro nuovo presidente del consiglio. Certo, c'è da dire che si è auto incoronato, ma viste le promesse che ci ha fatto, di sicuro non potevamo aspettare di eleggerlo in parlamento e aspettare che diventasse premier. Come si suol dire, le cose vanno fatte al volo. Voi ve la sareste assunta la responsabilità di non avere una legge elettorale così innovativa come l' "Italicum"? Mmm... io di sicuro me ne sarei pentita tanto tanto.

giovedì 20 febbraio 2014

La Sora e il mitico Valerio Scanu



Una chicca così non poteva mancare. L'omaggio al festival più amato da noi italioti prosegue.

venerdì 31 gennaio 2014

La legge della relatività italica








Una delle cose che amo del mio paese è il grande senso della relatività. Niente qui è definitivo, tutto, al contrario, è meravigliosamente cangiante.
Un esempio? Lo scorso mese si è molto discusso della web tax. Ci si domandava infatti come fosse possibile che ad alcune grandi aziende straniere, tipo Amazon e Google, venisse concesso il privilegio di vendere liberamente le proprie tecnomercanzie sul suolo italico senza incappare nel fisco tricolore. Vergognati straniero! Credevi di poter smerciare "Le ricette di Suor Germana ", magari in bundle con "Le avventure di frate Cippa" , approfittandoti di una sede legale al di fuori dei confini nostrani.
Ma ecco che meravigliosamente interviene la legge della relatività italica, che in questo caso, ma anche in molti altri, si palesa con la formula  I = mc2 ( Italy = Mortacci two ).
Infatti la mitica FIAT, azienda che grazie a prodotti sempiterni tipo la Multipla e la Duna ha sempre dato lustro al nostro paese, ha deciso di assumere il nome di FCA e di andare a lustrare altrove. Pagherà le tasse in Inghilterra, e pazienza se gli otto miliardi e carta che ha preso dallo stato italiano non sono bastati a giurarci fedeltà.
Pensate, la sede legale sarà in Olanda, che è quel paesino vicino al Lussemburgo dove ha sede Amazon, orribile spacciatrice di volumetti in brossura.
Il ministro Saccomanni ha dichiarato: " Dispiace ". Io lo consolerei dicendogli:
 " Sono cose che capitano ".

giovedì 30 gennaio 2014

Il mio trombamico







Secondo appuntamento con " Le chicche di Sanremo ", percorso di avvicinamento alla manifestazione canora più amata da noi italioti.
In questa struggente canzone, Anna Tatangelo ci rivela le sue personali scelte in tema di amicizia.
Ragazze, siamo nel terzo millennio, la Taty non ha mica torto.

venerdì 24 gennaio 2014

Ahio, ahimè, la cura nun c'è







Bellissima puntata di " Porta a porta " ieri sera. Bruno Vespa, con il pregevole aiuto del mio mito personale, Carlo Giovanardi, ha dedicato una serata alla "Diversità".
Che dire, ci voleva. Abbiamo finalmente scoperto che ci sono persone che hanno provato a diventare eterosessuali e proprio non ci sono riuscite. Pare che questa conversione sia veramente difficile, come altrettanto ardua sembra essere la ricerca di una cura.
Ahinoi, pare non esserci rimedio neanche per i pantaloni che indossava Paolo Crepet, per la fulgidità del pensiero del mio adorato Giova e per la piega adorabile che ha preso questa intramontabile trasmissione.

venerdì 17 gennaio 2014

Do re mi fa non me ne vo'







Un omaggio ai ministri della nostra repubblica i quali, nonostante le numerose calunnie nei loro confronti, restano a difesa della propria poltrona.

giovedì 16 gennaio 2014

Le chicche di Sanremo







Con questo motivetto imperdibile inizia il nostro cammino verso la kermesse sanremese (Che culo).
La scelta è ricaduta su brani che, in qualche modo, sono rimasti nell'immaginario collettivo.
" Ti lascerò ", magistralmente eseguita da Fausto Leali ed Anna Oxa, vinse il festival con un testo un po' troppo mieloso, motivo per il quale, ho pensato di restituirla a voi con un piglio decisamente più realistico.

lunedì 30 dicembre 2013

I'm your dog




Avevo 9 anni quando i miei genitori mi portarono Lara, un meraviglioso cucciolo di pastore tedesco di soli due mesi.
La persi l'anno dopo per colpa di un maledetto pirata della strada, e fu la prima lezione di dolore della mia vita.
Lara seconda arrivò svariati anni dopo e anche lei, piccola adorata, rimase vittima di un bastardo avvelenatore il quale, dopo avermela
portata via in pochi giorni, mi diede la mia prima lezione di crudeltà.
Lara terza invece mi ha accompagnato in età adulta e ha fatto da mamma a Ninja, un incrocio fra un alano e nonsochè, abbandonato in stato pietoso da qualche umano infame e privo di anima.
Lui è stato con me per tredici anni e più di tutti ha condiviso ogni emozione o accadimento della mia vita.
L'ho abbracciato forte l'ultima volta nel Settembre 2011, mentre con indicibile strazio mettevo fine alla sua sofferenza.
Quel muso nero mi ha fatto veramente vedere i sorci verdi; Ha morso il culo ad una tizia che poi mi ha perseguitato per mesi, ha magnato fino a farsi torcere lo stomaco, ha smembrato il giubbotto di un passante che gli stava sulle palle, si è inchiappettato tre quarti dei cani di Roma ed è riuscito a farsi fuori quattro etti di ovetti di Pasqua, rimediando solo una forte cacarella.
Poi però dormiva abbracciato a me.
Ho sognato Ninja ogni giorno, rifiutando anche il pensiero di accogliere un nuovo cane.
Poi, un giorno di Novembre 2012, aprendo Facebook per puro caso, mi sono ritrovata di fronte ad Angel.
Il piccolo (per modo di dire), che poi ho scoperto essere un enorme pastore dell'Anatolia, si trovava in un rifugio in Spagna.
La sua ex padrona gli aveva dato fuoco per poi tentare il suicidio.
Tralascerei alcune righe che non ho voglia di scrivere su questa storia assurda, per dirvi che dopo essermi innamorata follemente di lui, sono riuscita ad adottarlo.
Non ringrazierò mai abbastanza le persone che hanno salvato il mio leoncino.
L'amore ed il sacrificio di queste anime meravigliose mi restituiscono la fiducia nel genere umano.
Adesso Angel è con me, insieme al ricordo amoroso ed indelebile di chi lo ha preceduto.
Mo' direte " Embè?". Embè vi dico… vi prego di ricordare che basta pochissimo per aiutare un cane infelice. Basta niente per dare una mano a tutte quelle persone meravigliose che si battono ogni giorno nei rifugi, negli stalli, nei canili.
L'amore per i cani ci rende migliori. L'amore dei cani ci rende speciali.
Un sincero augurio per un felice anno nuovo a voi, ma soprattutto ai vostri bimbi a quattro zampe.

" Chi non ha mai posseduto un cane, non sa cosa significhi essere amato "
  ( Arthur Schopenauer )


giovedì 12 dicembre 2013

Se te la tirano...


Questo pezzo sarà anche un po' datato, ma contiene un sacco di buoni consigli.
Iutubbe, che a volte si comporta in maniera strana con la Sora, lo ha rimosso. Non mi resta che "Vimeo" per riproporlo agli amanti del vintage. Mi raccomando, ricordate… se ve la tirano…



mercoledì 27 novembre 2013

DecaDancing


In fondo non è mai troppo tardi per scoprirsi artista, per intraprendere una nuova carriera, per dare nuova linfa ad un vecchio talento, per rinascere dalle proprie ceneri, per affrontare nuove avventure.
Magari all'estero, ecco.




mercoledì 20 novembre 2013

Non si cancella la Cancellieri!


Mi domando e dico, ma è possibile che in un paese civile si debba accusare un ministro solo perché fa una telefonata di cortesia?
Lei è molto amica della famiglia Ligresti ergo, sapendo che Giulia, ahilei incarcerata, non gradiva il vitto delle patrie galere, dimagrendo a vista d'occhio, cosa avrebbe dovuto fare,
mandarle Gordon Ramsay o interessarsi perché avesse i domiciliari?
Ragazzi, non scherziamo, l'amicizia è sacra e quest' ultima telefonata, che mi pregio di diffondere, ne è la testimonianza definitiva.








martedì 11 giugno 2013

Don't cry for me Ardeatina



La Sora Cesira - Don't cry for me Ardeatina from sora cesira on Vimeo.



Lo so, abbiamo sperato fino all'ultimo di rivedere il nostro Alemanno a cavallo della lupa capitolina.
Marino però è il nuovo sindaco della capitale e noi, nell'attesa di farcene una ragione, continueremo con orgoglio a cacciare indietro le lacrime e ad intonare questa straziante canzone.

lunedì 22 aprile 2013

Pd, ma chi te va più a vota'?





Un inno accorato scritto degli elettori del PD in occasione dell'ennesima, grande soddisfazione.

giovedì 4 aprile 2013

Domani




Aiutate anche voi gli " Artisti uniti per una legge elettorale decente ".
Il ricavato di questo video, cioè assolutamente nulla, verrà devoluto per la ricostruzione della credibilità della politica italianahahahah.

venerdì 29 marzo 2013

Torna da Napolitano



Renato Carosone, come del resto molti italiani, ha preziosi consigli da dispensare a Pierluigi Bersani, ex futuro premier di una nazione leggermente in affanno.


giovedì 28 marzo 2013

Il ritorno di Carlà









Carlà augura a tutti una serena Pasqua e, con l'occasione, ribadisce con fermezza l'amore che la lega alla sua Italia.

Carlà augurée a tout en serene Pasquette et, avec l'occasion, ribadoi avec fermess l'amour que la leghez a l'Italie.


venerdì 22 febbraio 2013

Istruzioni per il voto




Il momento è arrivato.
Domenica e lunedì, accompagnati da uno scoramento indelebile e da qualche milione di dubbi, ci recheremo al seggio per esprimere una preferenza quantomai sofferta.
Ma davvero sappiamo come presentarci alla sezione di appartenenza? Ci ricordiamo la tessera elettorale? E le croci, dove le dobbiamo mettere?
Niente paura, Renato Zero è corso in nostro aiuto facendoci dono di istruzioni chiare, concise ed efficaci.



martedì 12 febbraio 2013

Goodbye Ratzinger






Le dimissioni di Papa Ratzinger hanno colto tutti di sorpresa. Elton John, in particolare, non riesce proprio a farsene una ragione.

mercoledì 6 febbraio 2013

Berlusconi




Non c'è nulla da fare, l'Italia è un paese che ancora riesce a nutrirsi di sogni.
Allora perché non ascoltare Freddie e Montserrat che, uniti in un canto di gioia e rinnovata speranza, ci consigliano di scommettere nuovamente su una mente così fulgida e lungimirante?


lunedì 28 gennaio 2013

La sala Sinopoli e una beata inconsapevolezza

La sala Sinopoli dell'Auditorium di Roma è bellissima; E' gigante, piena di poltrone rosse e, in teoria, dovrebbe incutere tanto timore. I camerini poi sono grandi come le camere di un albergo tre stelle circa, e hanno persino il bagno con la doccia. Anche le prese elettriche funzionano. Sabato 19 Gennaio 2013 sul camerino numero 21 campeggiava la scritta " Sora Cesira ". Beata inconsapevolezza e santa scelleratezza. Guai a pensare che in quel camerino hanno forse riposato le chiappe di Maurizio Pollini o, in gloriosa alternativa, si sono stampigliate la caccole di un Philip Glass lievemente incimurrito. Vi devo confessare che oggi, a distanza di qualche giorno, ancora non riesco a recuperare la parziale consapevolezza di ciò che è successo. Probabilmente se fossi stata in possesso del minimo sindacale delle basiche facoltà intellettive, non riuscirei a dormire, e invece dormo come una pupa. Mi sono divertita tanto, ma tanto eh. Ho percorso i corridoi dell' Auditorium con un pass del "Festival delle scienze" con su scritto "Artista" e nessuno mi ha urlato dietro: " Ao', ma 'ndo te credi de anna'? ". Ho provato lo spettacolo " Felicità " nello studio 2, comodamente seduta di fronte ad uno Steinway & sons a mezza coda. Ho anche suonato insieme al più meraviglioso gruppo di strumentisti che abbia mai avuto il privilegio di conoscere, per poi scoprire che la capacità di volere bene alle persone non è direttamente proporzionale al tempo di frequentazione. "Felicità" è stato uno spettacolo entusiasmante (Per me, eh); Il regista Fabio Cherstich, che a un certo punto ho seriamente temuto fosse fuori come un citofono, ha avuto l'abilità di farlo sembrare uno show di quelli veri. Igor Renzetti, l'uomo senza sonno, si è talmente appassionato al progetto che, per realizzare e montare i video, ha probabilmente rinunciato a qualche mese di vita in buona salute. Certo, da Silvia "Sbenci" Bencivelli, che di lavoro fa la giornalista scientifica, mi sarei aspettata un minimo di buona creanza, non di pizzicarla ad intonare " Don't worry, 'sti cazzi ", avvolta in un completo di Paillettes di seguito battezzato "Capodanno alla Caritas". Non credo di essermi mai divertita così da sobria. C'erano persino gli spettatori paganti, tanti. Ecco, quelli io li abbraccerei uno per uno. E bacerei anche tutte le persone che nel corso di questi anni mi hanno seguito con affetto. Lo farei sinceramente, perché è grazie a loro, al netto di parenti e amici, che la Sora ha potuto fare la Sora. Ecco l'ho detto. Sono molto contenta. E probabilmente lo sarò anche se domani mi sveglierò tutta sudata per scoprire che il mio futuro è "Unplugged" alla sagra del cinghiale.
Prendo in prestito questa pagina (E' un modo di dire, tanto è mia e faccio come me pare) per ringraziare con infinito amore i miei compagni d'avventura. 
W la " Compagnia de 'sti cazzi ":

Fabio Cherstich, Igor Renzetti, Silvia Bencivelli, Nazareno Bicocchi, Luca Pirozzi,

Fabiola Torresi, Cristiana Polegri, Franco Ventura, Roberto Rocchetti, Marco Rovinelli

Un grazie immenso a Oscar Pizzo che ha creduto in me, e a Chiara Zarcone che con il suo pragmatismo illuminato ha fatto sì che i nostri sogni nel cassetto non diventassero muffa.





                                                               
Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More